Article thumbnail

Scrittori da un ducato in fiamme. Delfini, D'Arzo e il Novecento

By Alberto Bertoni

Abstract

Per diverse ragioni accomunati da un destino di outsider e di "sbrancati", Antonio Delfini e Silvio D'Arzo hanno dialogato con le avanguardie storiche novecentesche e con la miglior tradizione letteraria anglosassone, nutrendo, come pochi altri, il loro milieu emiliano e provinciale di elementi europei. La giustapposizione di questi due profili letterari avviene sullo sfondo di una tradizione emiliana che l'autore tratteggia evocandone le propaggini che si estendono fino ai nostri giorni, nelle pagine di scrittori come Pier Vittorio Tondelli, Ugo Cornia, Francesco Guccini, Ermanno Cavazioni e Daniele Benati

Topics: Antonio Delfini, Silvio D'Arzo, Letteratura italiana del Novecento
Publisher: Corsiero Editore
Year: 2016
OAI identifier: oai:cris.unibo.it:11585/533638
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11585/53... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.