Location of Repository

Il concetto di Bene Comune e le pratiche di uso temporaneo

By Nicola Marzot

Abstract

Nell’attuale congiuntura di crisi di valori si è testimoni di un rinnovato interesse per il tema dei Beni Comuni. Tuttavia la discussione in atto, soprattutto sul piano politico, pare fortemente influenzata dalla interpretazione giuridica che implica, necessariamente quanto pregiudizialmente, la sussistenza di una idea chiara di ciò che debba essere comune, sulla base di istanze di natura convenzionale che assimilano il concetto a quello di bene “pubblico” senza dichiararlo esplicitamente. Tale ambiguità mina alle fondamenta la possibilità stessa di una interpretazione radicale del termine. Se “comune” è infatti l’attributo che pertiene a tutte le cose, precedendo in tal modo ogni possibile determinazione e attribuzione di significato, detto attributo deve precedere tanto la definizione di “pubblico” tanto quella di “privato”. La questine può essere messa in relazione con il tema degli usi temporanei, che paiono elucidarne il senso in maniera profonda

Topics: Beni Comuni, usi temporanei, rigenerazione
Year: 2015
OAI identifier: oai:iris.unife.it:11392/2339101
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11392/23... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.