Location of Repository

La Repubblica del Gusto. Riflessioni sul nazionalismo culturale

By Andrea Gatti

Abstract

In questo saggio si esamina il ruolo centrale del gusto nella formazione dell’idea di Nazione nel Settecento europeo. Il particolare caso dell’Inghilterra è interessante perché nel XVIII secolo essa mostra in concreto l’importanza dell’arte e del gusto nella creazione dell’identità nazionale. Conquistato un equilibrato e stabile assetto politico dopo la Gloriosa Rivoluzione del 1688-89, l’Inghilterra si dedica fin dai primi anni del Settecento al raffinamento di quegli aspetti – le arti, i costumi, le scienze – per solito subordinati alla soluzione di altri e più urgenti problemi sociali. Fattori circostanziali come il Grand Tour favoriscono poi la circolazione di opere d’arte (in originale o in copia), incisioni, relazioni su usi e costumi continentali, segnalando a loro volta l’importanza di produre uno stile e un’arte nazionali in grado di competere sul piano del gusto e dell’arte con le altre nazioni «civili» europee

Topics: Estetica, Gusto., Nazione, Settecento, Inghilterra, Educazione
Publisher: Edizioni di Storia e Letteratura
Year: 2013
OAI identifier: oai:iris.unife.it:11392/1961017
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11392/19... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.