Skip to main content
Article thumbnail
Location of Repository

The effects of environmental factors on product quality of vegetable crops

By Walter Stefanoni

Abstract

The need to transfer knowledge from science to industries with the aim to increase the quality of vegetables and fruits is a task that European governments seek to accomplish in different ways. Particularly, small medium and large companies are economically involved in research projects involving with both private and public research institutes to tightly focused research lines. In this Thesis physiological and qualitative response of relevant horticultural species are studied aiming to assess: a) the possibility to use transparent photovoltaic panels as shading tools for in greenhouses in sunny regions where high solar irradiance could jeopardize crops as tomato, spinach and rocket; b) the possibility to use clynoptilite and chabazite for cultivating rocket in fully controlled environments; c) the possibility to use the water condensate from the International Space Station for hydroponic cultivation of rocket in extra-terrestrial Bioregenerative Life Support Systems; d) the possibility to enhance carbohydrate content, particularly fructans, in cardoon biomass by long term acclimation to high ambient CO2La necessità di trasferire le innovazioni dal mondo della ricerca alle industrie al fine di aumentare la qualità dei prodotti ortofrutticoli, è un problema generale che i governi dei paesi europei cercano di affrontare sotto diverse forme. In particolare, si tende a finanziare e coinvolgere piccole medie e grandi imprese in progetti svolti all’interno di istituti di ricerca privati e pubblici portando avanti linee di ricerca finalizzate ad obiettivi ben precisi. Nel presente documento si analizza la risposta fisiologica e la qualità di alcuni prodotti ortofrutticoli in seguito a trattamenti volti a valutare: a) possibilità di usare pannelli fotovoltaici trasparenti come strumento di ombreggiamento per le serre in quelle aree dove l’irraggiamento solare può causare danni a colture come pomodoro, spinacio e rucola; b) la possibilità di usare chabazite e clinoptilolite per le coltivazioni di rucola in ambiente totalmente controllato; c) la possibilità di utilizzare l’acqua del condensato della Stazione Spaziale Internazionale per la coltivazione di rucola in sistemi biorigenerativi per applicazioni extraterrestri di lungo termine; d) la possibilità di aumentale il contenuto di carboidrati, quali fruttani, in tessuti di cardo in seguito ad acclimatamento ad alta CO2.Dottorato di ricerca in Ortoflorofrutticoltur

Topics: Quality, Photovoltaic, Zeolite, LED, BLSS, oxVOC, Fructans, Qualità, Fotovoltaico, Fruttani, AGR/04
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Year: 2015
OAI identifier: oai:http://dspace.unitus.it:2067/2921
Provided by: Unitus DSpace

Suggested articles


To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.