Skip to main content
Article thumbnail
Location of Repository

Tra le braccia della madre. Evidenze antropologiche di morte al parto nella Ravenna del XVIII secolo.

By S. Masotti, V. Melilli, Guarnieri C. and E Gualdi-Russo

Abstract

Scavi archeologici condotti nel 2013 nell’area circostante la Chiesa di S. Biagio a Ravenna hanno portato alla luce numerose sepolture riconducibili all’antico cimitero in uso dal XVII ai primi due decenni del XIX secolo. \ud Il presente studio riguarda i resti scheletrici di un adulto e di un infante rinvenuti nell’unica sepoltura bisoma datata alle ultime fasi di utilizzo del luogo. \ud L’analisi della posizione reciproca degli inumati indica senza ambiguità la stretta parentela che li legava: l’infante è stato deposto a fianco dell’adulto sotto il suo braccio protettivo.\ud Le analisi antropologiche condotte in laboratorio hanno permesso di tracciare il profilo biologico degli inumati (identificazione del sesso, stima dell’età di morte e patologie), interpretandoli come i resti scheletrici di una madre e del suo neonato.\ud In conclusione, se un parto con esito infausto ha separato immediatamente questa donna dal suo neonato, la pietas dei vivi verso i defunti li ha ricongiunti in un abbraccio eterno

Publisher: Il Mulino
Year: 2017
OAI identifier: oai:iris.unife.it:11392/2374575
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11392/23... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.