9,860 research outputs found

    Il sistema informativo territoriale

    Get PDF
    Il capitolo ha lo scopo di descrivere un Sistema Informativo Territoriale grazie al quale, successivamente verrà ottimizzata una metodologia per lo sfruttamento efficiente e sostenibile della “risorsa biomassa” a fini energetic

    Lingue minoritarie e geografia. Una lettura territoriale dell'applicazione della Legge 482/99

    Get PDF
    Di seguito viene descritto il lavoro di sviluppo di un Sistema Informativo Territoriale a supporto del progetto di monitoraggio dei finanziamenti erogati utilizzando la legge 482/99 per la salvaguardia e valorizzazione delle Lingue Minoritarie. Sin dall’anno 2001 le pubbliche amministrazioni, in riferimento agli articoli 9 e 15 della Legge, possono presentare richieste di finanziamento per progetti collegati alla salvaguardia e valorizzazione delle lingue minoritarie al Dipartimento per gli Affari Regionali (d’ora in poi Dipartimento), Servizio Regioni a statuto speciale e Province Autonome per le politiche connesse alle autonomie speciali e delle minoranze della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Per l’attuazione degli interventi previsti dall’art. 4 della Legge le Scuole presentano domanda di finanziamento direttamente al Ministero della Pubblica Istruzione. Tali progetti non sono ricompresi nel sistema di monitoraggio Questi progetti vengono analizzati da una apposita commissione che, in base alla coerenza con gli obiettivi della legge, delibera l’ammissibilità degli stessi ed i relativi finanziamenti. Per ogni progetto viene redatta in sede istruttoria una scheda cartacea sintetica che contiene, oltre alle indicazioni anagrafiche dell’ente presentante, gli obiettivi del progetto, la classificazione dello stesso, l’importo richiesto, l’importo ammissibile ed eventuali note. Nell’ambito di una azione attuata in accordo tra il Dipartimento, l’Associazione Nazionale Consorzi universitari (ANCUN) e l’ISAL (Istituto Studi Amministrazione Locale di Udine) si è deciso di informatizzare le schede progettuali sintetiche. Oltre al semplice caricamento delle schede cartacee su una base dati relazionale, si è ritenuto fosse utile, per le successive analisi, poter rappresentare le informazioni sulla cartografia per poter predisporre delle cartografie tematiche utilizzando anche dati socioeconomici, ed è quindi stato implementato un Sistema Informativo Territoriale. Un Sistema informativo Territoriale (SIT) o Geografic Information System (GIS) è un sistema in grado di rappresentare sulla cartografia banche dati alfanumeriche e di effettuare delle analisi predisponendo mappe tematiche

    Il progetto SISTER

    Get PDF
    Il CILEA in collaborazione con il Politecnico di Milano sta realizzando un sistema informativo, denominato SISTER (Sistema Informativo Statistico Territoriale), che ha lo scopo di mettere in linea sulla rete informatica universitaria il maggior numero di archivi statistici relativi all'Italia e ai vari paesi europei per poter compiere analisi di realtà specifiche sulle quali si opera. Il sistema informativo propone un ambiente di lavoro particolarmente user-friendly ed è integrato con uscite di tipo grafico per meglio comprendere trends e fenomeni altrimenti difficilmente percepibili. L'architettura del sistema è di tipo client/server

    Il sistema informativo territoriale archeologico della cittĂ  di Parma

    Get PDF
    The «Sistema Informativo Territoriale Archeologico di Parma» is a project promoted by the National Archaeological Museum of Parma in partnership with the «Centro di Geotecnologie» of the University of Siena, the municipality of Parma and the «Compagnia Generale di Ripreseaeree». The aim of the project was to create an archaeological resource management GIS, which would be useful both to archaeologists and to the municipality for city planning. The GIS was built with ESRI ArcInfo. The relational structure of its geo-database, managed with ArcCatalog, permits the use of a data model based on separate tables for the attributes of archaeological sites, associated archaeological investigations, and the data that constitutes the archive of the sites. The attribute tables link directly to spatial objects and base maps managed in ArcMap and provide the essential spatial search and quaery needed to manage the data effectively. The system is based on the 1:5.000 Regional Technical Map, that provides a spatial framework and information about roads, properties and administrative boundaries; it is integrated with aerial photographs and historical charts. This GIS consists of a spatial object that defines the location and/or boundaries of a broad range of data, from prehistoric sites to larger Roman and medieval structures. The associated attribute information for each of those sites is defined by default thesauri, i.e. lists of preferred terms for describing types of archaeological sites. In the first step the study had concerned the old town centre of Parma; at this time the GIS holds nearly 400 archaeological sites and provides the main source of information about the archaeological excavations in the city. Some thematic maps of Parma have been created including a distribution map, chronological maps, an archaeological potential map. In the next phase the project will be extended to the whole municipal territory

    SITAI WEB: analisi degli accessi al sito (maggio 2000-maggio 2001)

    Get PDF
    Il SITAI WEB, versione on-line del Sistema Informativo territoriale delle Aree Industriali della Sardegna (SITAI), sviluppato dal CRS4 per conto dell’Osservatorio Industriale della Sardegna è stato presentato al pubblico all'inizio del mese di maggio 2000 (http://www.crs4.it/sitai). Il presente rapporto offre un'analisi degli accessi al sito registrati sino nel corso di 13 mesi di esercizio del sistema, valutando non solo l'accesso alle pagine, ma fornendo anche una visione più dettagliata della ripartizione tra la fruizione delle varie sezioni e, in merito alla parte di selezione dei lotti, alcune statistiche sulle richieste inoltrate al sistema

    A Bibliography on the Application of GIS in Archaeology and Cultural Heritage

    Get PDF
    Geographical Information Systems (GIS) applications to archaeological projects of different scales, chronological contexts and cultural milieux has accrued by now a long history and bibliography. Hopefully the phases of experimentation and almost blind testing are over, even if GIS applications are still sometimes being labeled as “new technologies”

    Studio di un sistema informativo territoriale per la pianificazione delle aree costiere

    Get PDF
    L’obiettivo del presente lavoro è rappresentato dalla messa a punto di un prototipo di sistema informativo territoriale che consenta di verificare come il territorio costiero si può evolvere in funzione di diverse scelte di pianificazione territoriale. L’area in studio è rappresentata da una porzione settentrionale della costa della Gallura (Sardegna). Il prototipo consente di effettuare delle analisi di valutazione di diversi possibili scenari di pianificazione territoriale, le aree che si ricavano possono essere sfruttabili per diverse tipologie di attività o essere classificate come soggette a protezione totale o parziale.The aim of this paper is to develop a GIS application for coastal territorial planning. The study area is in the northern part of Gallura (Sardinia). A prototype of this application is being developed. The prototype-tool allows to evaluate different scenarios, within the GIS, of landscape planning, and helps the planners during the process of decision making; the obtained areas can be exploited for different kinds of activities or can be classified as totally or partially protected

    Verso la sostenibilitĂ  urbana e territoriale. Progetto di catalogazione del patrionio culturale modenese.

    Get PDF
    Presentazione del progetto pilota finalizzato alla definizione di una mappatura ragionata del patrimonio architettonico presente nell'area dei 23 comuni di pertinenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.Il progetto ha consentito la sperimentazione del Sistema Informativo Generale del Catalogo e ha prodotto una banca dati informatizzata dei beni architettonici di notevole interesse di proprietĂ  pubblica, ecclesiastica o privata sottoposti a tutela in base alla normativa statale o inseriti nei piani territoriali e urbanistici. Una mappatura ragionata del patrimonio architettonico costituisce condizione preliminare per l'elaborazione di interventi di manutenzione, restauro e valorizzazione delle funzioni, intrecciandole con altre tipologie di beni territoriali, materiali e immateriali. Seminario organizzato in collaborazione con la Provincia di Modena e l'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione del Ministero per i Beni e le AttivitĂ  Culturali, Modena 9 maggio 200

    Il Sistema Informativo Territoriale della Rete Integrata Nazionale GPS (RING)

    Get PDF
    Since 2004, an important technological infrastructure has been created in Italy by INGV in order to investigate active tectonics targets. A Continuous GPS network constituted by about 130 stations has been deployed all over Italy. The development and the realization of a stable GPS monumentation, the integration with other classical seismological instruments and the choice of both satellite and internet data transmission make this network one of the most innovative and reliable CGPS networks in the world. The development of the CGPS network has been accompanied by a technologically advanced development of all the aspects related to the data acquisition and the data information mining: a database and a SIT. Based on the recent techniques of Knowledge Management, the database has been developed to manage the data and the data information of all the sites of the RING network, thus allowing us to centralize information in a single common data bank and to create an unique service of access point to the data from different remote sites by internet connections. The SIT has been developed to be fully integrated with the Knowledge Management technology and it is aimed to synthesize and to display in a geographic interface the information of the RING sites. This work has been integrated with all other spatial data, such as topographic and geo-thematic maps, geological, seismological and seismo-tectonic databases. In this work, the technological aspects of the SIT of the RING network will be detailed and some examples of thematic maps will be shown
    • …
    corecore