Article thumbnail

GOVERNMENT DEFICITS IN POST KEYNSIAN THEORIES OF GROWTH AND DISTRIBUTION

By C. PANICO

Abstract

Il saggio introduce un settore pubblico con bilancio non in pareggio e debito diverso da zero nelle diverse versioni della teoria postkeynesiana della crescita e della distribuzione del reddito, ampliando le teorie "personali", "funzionali" e "istituzionali", proposte da Kaldor, Pasinetti, Steedman, Marris, Wood, ecc., con modelli analitici specifici. Il saggio mostra che molti autori postkeynesiani, benchè ritenessero necessario introdurre nelle loro analisi sia la politica fiscale che quella monetaria, non esplicitarono analiticamente il ruolo che esse potevano giocare e mostra che attraverso tali analisi formali è possibile riconciliare le teorie postkeynesiane, che attribuiscono un ruolo centrale alle scelte di investimento e alle propensioni al risparmio di coloro che non sono lavoratori, e le teorie monetarie della distribuzione di derivazione classica

Topics: "Settore pubblico", "growth", "income distribution"
Publisher: Oxford University Press:Journals Department, Great Clarendon Street, Oxford OX2 6DP United Kingdom:011 44 1865 556767, EMAIL: jnlorders@oup.co.uk, INTERNET: http://www.oup.co.uk, Fax: 011 44 1865 267485
Year: 1997
OAI identifier: oai:www.iris.unina.it:11588/156612
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11588/15... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.