Skip to main content
Article thumbnail
Location of Repository

Costituzionalismo ed ermeneutica

By B. PASTORE

Abstract

Il saggio si propone di mostrare che l’ermeneutica giuridica può dar conto in maniera perspicua dei problemi riguardanti la pratica interpretativa negli Stati costituzionali. L’interpretazione, peraltro, assume una particolare importanza nella realtà del pluralismo contemporaneo. L’interpretazione richiede la fedeltà al significato della costituzione e ai princìpi enunciati dal testo o ad esso sottostanti. Tali princìpi rinviano a valori morali. L’ermeneutica giuridica dà conto delle modalità di articolazione dei processi interpretativi, nei quali operano giudizi di valore. Riconosce che l’interpretazione è un’attività di carattere creativo, ma si concentra sui vincoli contestuali e intersoggettivi atti a limitare l’arbitrio che sorge dall’esercizio di una discrezionalità incontrollata. Da questo punto di vista, il costituzionalismo e l’ermeneutica convergono. Entrambi pongono attenzione all’idea-chiave che le decisioni giuridiche devono essere giustificate e possono, dunque, essere controllate

Topics: Costituzionalismo, interpretazione, ermeneutica giuridica, principi, pluralismo
Year: 2016
OAI identifier: oai:iris.unife.it:11392/2350599
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11392/23... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.