Location of Repository

Il declino dell'utopia multilaterale?

By Paolo Borghi

Abstract

Non è la prima volta, nella storia del world trade law (prima con il GATT, oggi con il WTO) che l’approccio negoziale multilaterale entra in grave crisi.\ud Lo si vide già nel bel mezzo degli anni ’70 del secolo scorso quando, dopo 25 anni di ottimismo e di rounds negoziali tutti conclusi all’insegna di importanti progressi e di altisonanti annunci di successi, la crisi petrolifera mondiale portò un’ondata di irrigidimenti nelle trattative commerciali. Lo si vide negli anni successivi: il blocco del sistema multilaterale fu tale, che fino al 1986 non prese avvio alcun nuovo round (13 anni senza negoziati tariffari non si erano mai visti prima, in ambito GATT); mentre l’Uruguay Round, avviato per l’appunto quell’anno a Punta del Este, durò cinque anni più del previsto. Lo si vede, nuovamente, ora. E non si tratta oggi di una crisi contingente, legata ai gravi problemi che hanno afflitto molte economie occidentali dal 2008 in poi. La crisi è assai più epocale, ed è certamente collegata alla lunga, dolorosa, e tutt’altro che completata, gestazione di un nuovo assetto (sia economico che geopolitico) mondiale. Nel 205 lo si constata nuovamente, davanti al rifiorire di iniziative di accordi bilaterali, i quali spesso mostrano una maggior effettività rispetto agli accordi multilaterali, rivelatisi incapaci di governare il commercio mondiale

Topics: diritto del commercio internazionale,world trade law,WTO,World Trade Organization,Organizzazione mondiale del commercio,GATT,accordi commerciali bilaterali,regional trade agreements,RTAs,CETA,TTIP
Year: 2015
OAI identifier: oai:iris.unife.it:11392/2329037
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11392/23... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.