Skip to main content
Article thumbnail
Location of Repository

Strutture pubbliche e luoghi della politica alle origini della città. Un 'Campo Marzio' nella Felsina villanoviana?

By I Ortalli

Abstract

I più recenti scavi di Bologna testimoniano che il processo sinecistico che portò alla formazione di Felsina avvenne attorno alla metà dell’VIII secolo a.C. e implicò da parte della comunità la realizzazione di una serie di iniziative pubbliche di vasta portata, accuratamente pianificate, sostanzialmente rispondenti ad una concezione insediativa unitaria propriamente urbana. Tra le opere allora attuate, e attestate archeologicamente, sono diverse infrastrutture idrauliche destinate a predisporre il terreno allo stanziamento, un’articolata cinta difensiva a spalto ligneo e fossati che delimitò l’abitato, e un monumentale impianto edilizio ad impalcati eretto all’esterno del pomerium. In questo complesso pare riconoscersi uno spazio politico, destinato alle assemblee del populus, per molti versi confrontabile con i più antichi Saepta di Roma: circostanza che induce a formulare alcune considerazioni sul possibile ordinamento sociale e istituzionale della Felsina villanoviana

Topics: Felsina, Villanoviano, Populus
Year: 2013
OAI identifier: oai:iris.unife.it:11392/2317417
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11392/23... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.