Skip to main content
Article thumbnail
Location of Repository

Repressione penale della tortura e Costituzione: anatomia di un reato che non c'è

By A. Pugiotto

Abstract

SOMMARIO: 1. Legalizzare la tortura? - 2. Tabù (ovvero: l'irriducibilità della tortura al principio di legalità). - 3. C'è il divieto ma non c'è il crimine. - 4. L'unico reato imposto costituzionalmente. - 5. «Non ci riguarda». - 6. «Esiste già una batteria di norme repressive». - 7. «Nel nome della ragione di Stato». - 8. «Per legittima difesa o per stato di necessità». - 9. «E' un reato-manifesto». - 10. Le vere ragioni ostative all'introduzione del reato di tortura. - 11. La messa in discussione della politica migratoria. - 12. La necessità di rivedere le attuali politiche penitenziarie. - 13. Le cose da fare nel frattempo (e in breve tempo). - 14. Un uso costituzionale del vigente divieto di tortura. - 15. «Sanzioni lecite», tortura e volto costituzionale della pena

Year: 2014
OAI identifier: oai:iris.unife.it:11392/1943813
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11392/19... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.