Article thumbnail

Gynecologic oncology: laparoscopy in the routine

By Moira Angeloni

Abstract

In molti centri di superspecializzazione la chirurgia miniinvasiva è diventata lo standard di trattamento per gli stadi iniziali dei tumori ginecologici (cervice ed endometrio) (1-5) L’approccio laparoscopico presenta vantaggi dimostrati sulla qualità di vita delle pazienti e operatività simile alla chirurgia laparotomia. Questo consente gli stessi tempi stadiativi laparotomici e di modulare la radicalità chirurgica (6-13) L’ obbiettivo dello studio è stato un confronto tra la chirurgia oncologica nella S.C. di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale Sant’Andrea di La Spezia eseguita nel 2011 e quella eseguita nel 2012, anno in cui è stata introdotta la laparoscopia come tecnica di routine L’introduzione della chirurgia laparoscopica consente di gestire la quasi totalità della patologia oncologica agli stadi iniziali e di indirizzare una scelta laparotomia o alternativa negli stadi avanzati anche in un centro non di riferimento

Topics: Laparoscopy, Retroperitoneal hysterectomy retrograde, MED/40
Publisher: Università degli Studi di Parma. Dipartimento di Scienze Ginecologiche-Ostetriche e di Neonatologia
Year: 2013
OAI identifier: oai:dspace-unipr.cineca.it:1889/2154
Provided by: DSpace a Parma
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/1889/215... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.