Article thumbnail

La famiglia : Un'indagine su una comunità di pesca in Sicilia

By Eva Carlestål

Abstract

La ricerca antropologica condotta in una comunità di pescatori della Sicilia occidentale ha permesso di metterein luce il modo in cui le famigUe nucleari matrifocaB si inseriscono in ben precise e piu estese reti relazionali gUidate da maschi. La centralita della posizione della Madre a livello della famiglia nucleare e in questo modo bilanciata e it sistema generale cosi ottenuto dimostra, contrariamente a quanta spesso sostenuto per questo tipo di struttura familiare, che l'unita madrefiglio/a non è in grado di funzionare efficacemente per conto suo. Come risultato di valori morali dominanti cbe sottolineano in modo preponderante l'unicita della famiglia edei parenti, gli individui sono portati a dipendere fortementedalle rispettive reti parentali e a dar loro il proprio incondizionato sostegno. Essi percepiscono sé stessi in primo luogo come elementi di queste unita sociali e solo secondariamente come individui chiaramente definiti e indipendenti, do che non fa che sottolineare la distinzione tra parenti e non-parenti. La dipendenza verso il gruppo famiHare e inoltre rafforzatadal fattochela matti-e/o patrivicinita e la forma dominante di residenza, dal sistema tradizionale di denominazione, cosi come dall'uso continue di termini di parentela e dalla stretta collaborazione e socializzazione che vige tra parenti. I limiti sia fisiciche sociali cosi creati sono ulteriormente rafforzati clall'architettura locale, che segnalasimbolicamente l'importanza del gruppo familiare ben drcoscritto, dalla posizione della donna, che incarna la famiglia e la dimora familiare e i cui movimenti all'esterno sono ben delimitati al fine cli proteggere sia se stessa che la propria famiglia, da un'arte deB'autocontrollo, che si esprime nel valutare e misurare attentamente le proprie azioni e le proprie parole per essere in grado di centrollare le impressioni fatte sugli altri e, infine, cia un campanilismo che distingue e separa i compaesani dai forestied. L'ospitalita, incentrata su inclusione ecl esclusione, si dimostra mezzo per incorporare ritualmente i non-parenti e controllare cosi il pericolo potenziale rappresentato dallo straniero. L'autrice cerea di rispondere alia domanda se i limiti fisici e sociali creati attomo alia rete familiare, in combinazione coo. la generale diffidenza verso i ron-parenti espressa dagli stessi informatori, costituiscono un ostacolo maggiore alIa collahorazione con chi non ne fa parte, oppure se collaborare at cli la cli questi limiti è passibile, e in questo caso se tale collaborazione indebolisca la centralita della famiglia.Original title: "La Famiglia - The Ideology of Sicilian Family Networks", dissertation defended att Uppsala Univeristy, March 19, 2005.Translated from English into Italian by Deianira Ganga.</p

Topics: pescatori, Sicilia, condizioni socioeconomiche
Publisher: Mazara del Vallo : Ist.EuroArabo di StudiSuperiori
Year: 2012
OAI identifier: oai:DiVA.org:liu-87093
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://urn.kb.se/resolve?urn=u... (external link)

  • To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.

    Suggested articles