Article thumbnail

“E il ritorno per molti non fu”. La narrazione della morte nel canto popolare sulla Grande Guerra

By F. Benozzo

Abstract

Le centinaia di canti popolari italiani composti durante la Prima Guerra Mondiale offrono un punto di vista particolare e non scontato sulla morte e sui morti. Lontani dalla retorica patriottica delle canzoni di coscritti, alcuni di questi canti restituiscono oggi nel l'immagine agghiacciante di esseri umani che vivono in un territorio di frontiera nel quale i propri compagni sono i morti stessi, accanto a loro, prima di loro e dopo di loro: un vero e proprio paesaggio della morte, di cui i cadaveri costituiscono la macabra ossatura

Topics: Canto tradizionale Etnofilologia Grande Guerra Morte in letteratura antimilitarismo
Publisher: 'Universitat de Valencia'
Year: 2019
DOI identifier: 10.7203/qdfed.24.16338
OAI identifier: oai:cris.unibo.it:11585/701932
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11585/70... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.