Article thumbnail

Centralismo

By Cospito Giuseppe

Abstract

Il concetto di centralismo è passibile di una duplice interpretazione, che Gramsci connota con gli aggettivi "democratico" e "burocratico", a indicare rispettivamente la propria concezione del partito e quella messa in atto da Bordiga in Italia e da Stalin in Unione Sovietica e nel movimento comunista internazionale. Nei "Quaderni del carcere" si ritrova altresì l'espressione "centralismo organico", in una prima fase correlata alla concezione "burocratica" del rapporto tra dirigenti e diretti, ma tendente via via ad essere assimilata al "centralismo democratico" gramscianamente inteso

Topics: Gramsci, Quaderni del Carcere, Centralismo
Publisher: Carocci
Year: 2009
OAI identifier: oai:iris.unipv.it:11571/204678
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://hdl.handle.net/11571/20... (external link)

  • To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.

    Suggested articles