Article thumbnail

L’ossessione dell’anarchico Bianciardi per il Risorgimento

By Stefano Magni

Abstract

Luciano Bianciardi ha dedicato gran parte della vita e molte opere allo studio del Risorgimento, facendosene un’idea utopica : quella di un modello di rivoluzione popolare, cui è mancato lo slancio per diventare una rivoluzione sociale permanente. Lo scrittore rilegge infatti gli avvenimenti che portarono all’unificazione d’Italia alla luce della cultura rivoluzionaria degli anni ’60. L’interpretazione bianciardiana è quindi interessante in quanto creatrice di interpretazioni poietiche e mitopoietiche, ma risulta fortemente partigiana, poiché idealizza l’aspetto popolare e rivoluzionario del processo di unificazione. Il racconto è comunque dettagliato, analitico e anche appassionato, ma segnato dal pessimismo della sconfitta delle istanze sociali : il Risorgimento non ha saputo cambiare la società, la mentalità, la struttura del mondo del lavoro, le relazioni interpersonali, ma si è limitato ad essere una guerra di confini e di poteri. La classe politica fautrice dell’unità è per questo severamente giudicata dall’autore

Topics: années 1960, Bianciardi (Luciano), Da Quarto a Torino (titre d’œuvre), Daghela avanti un passo (titre d’œuvre), liberté sexuelle, révolution culturelle, Language and Literature, P, French literature - Italian literature - Spanish literature - Portuguese literature, PQ1-3999
Publisher: Université Aix-Marseille (AMU)
Year: 2011
DOI identifier: 10.4000/italies.3088
OAI identifier: oai:doaj.org/article:b4bdfa2f9d764faba36a528fff2c7880
Journal:
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • https://doaj.org/toc/2108-6540 (external link)
  • https://doaj.org/toc/1275-7519 (external link)
  • http://journals.openedition.or... (external link)
  • https://doaj.org/article/b4bdf... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.