Skip to main content
Article thumbnail
Location of Repository

Pinocchio, ossia C’era una volta un pezzo di legno Dal capolavoro letterario alla mia opera per bambini

By Simone Fontanelli

Abstract

La sfida: trasformare un meraviglioso capolavoro della letteratura, il “Pinocchio” di Collodi, in un lavoro teatrale musicale per bambini (e adulti), impiegando solo un narratore/attore e un clarinettista. Le difficoltà nel lavorare su un personaggio diventato figura universale la cui storia, densa di simboli, è sia favola per ragazzi che allegoria della società moderna e delle sue contraddizioni. Il lavoro su un testo intenso che esplora tutta la gamma delle emozioni umane. Il delicato filtraggio per arrivare ad un lavoro teatrale di circa 60 minuti che evidenziasse i significati più profondi di un faticoso “cammino verso la crescita”. La scelta di “anticipare” il finale ad un momento speciale, concludendo sulle parole poetiche e amorevoli che un figlio, Pinocchio diventato ragazzo, rivolge a suo padre: “ Appoggiatevi a me, caro babbino, e andiamo, andiamo... Cammineremo pian pianino, e quando saremo stanchi ci riposeremo...”. E insieme (ancor più difficile!): scrivere una musica che sapesse “creare” la scena ed essere Teatro, che fosse tutt’uno con il testo ed esprimesse ciò che le parole non possono. Musica affidata ad un clarinetto, strumento qui adatto a creare un mondo di suoni ed emozioni fortissime, con la complicità di quella simpatica “follia” che molti clarinettisti hanno. Come tutto questo è stato da me affrontato per giungere all'opera teatrale Pinocchio, ossia C’era una volta un pezzo di legno

Publisher: eScholarship, University of California
Year: 2013
OAI identifier:
Download PDF:
Sorry, we are unable to provide the full text but you may find it at the following location(s):
  • http://www.escholarship.org/uc... (external link)
  • Suggested articles


    To submit an update or takedown request for this paper, please submit an Update/Correction/Removal Request.